PoetryTime

Gli Occhi

Se gli occhi
fossero più insolenti
come un sole d’estate,
arderebbero
il silenzio,
ma son lì
accartocciati
e sbattono le ciglia
a quel silenzio
che bussa
e che non lasciano
entrare.
Ancor più taciti, misteriosi
come scolari
svogliati
che non vogliono
ascoltare,
quella strana lingua
difficile
da imparare!

Anna Ursula Giuliani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...