Aspirazioni Future: Propositi Libreschi in Vista del 2018

Buon sabato cari/e e buon weekend!

Siamo arrivati a quel momento di dicembre, ebbene sì, ho cercato di rimandarlo (anche perché non mi ero preparata per bene gli obbiettivi) ma siamo qui finalmente.

Scommetto però che attendevate questo articolo con ansia e con una certa certezza riguardo la pubblicazione, sì perché da quando il blog è aperto (quindi quasi 2 anni) abbiamo parlato spesso di “Aspirazioni Future” e come l’anno scorso voglio ripetere con onore la tradizione di scrivere qui, ora i miei obiettivi libreschi in vista del prossimo anno.

Ovviamente alla fine del 2018 poi vedremo se sarò stata in grado di portarli a termine.

Bene, parlando invece degli obbiettivi del 2017 ci sono alcuni piccoli punti che sono riuscita a portare a termine ma sono delusa da me stessa perché la maggior parte dei punti (comprese le reading challenge) si sono rivelate fallimentari.

I punti da cui sono uscita vincitrice sono… 2.

giphy.gif

La poesia e Carver, infatti di poesia ho letto abbastanza nel 2017 e mi ritengo piuttosto soddisfatta, mentre per Carver ho riletto Il Mestiere di Scrivere portandolo finalmente a termine.

Per il resto, tutti gli altri libri che ho letto non c’entrano un fico secco con i propositi che mi ero prefissata.

Penserete dunque “Elisa, hai fatto schifo. Ammettilo e lascia stare i propositi per sempre che non fanno per te”.

Allora, prima di tutto diamoci una calmata, ammetto di aver fallito miseramente, lo accetto e vado avanti.

Non sono molto brava con i propositi è vero, ma io non mollo, infatti anche per il 2018 ritenterò gente, avete letto bene, ci riprovo.

Ci riprovo con i punti dello scorso anno e ci riprovo con le challenge, non mollo tanto facilmente.

Parlando di challenge, ieri Simona (de lasiepedimore) ha scritto un articolo riguardo la Read Harder Challenge del 2018 indetta da Book Riot, vi ricordate quella dell’anno scorso in 24 punti?

Bene, questa è quella del 2018 che trovate nel link del nick di Simona, lì troverete tutti i punti, non li riscrivo qui perché sarebbe un copia/incolla, quindi se volete conoscere i 24 interessantissimi punti andate pure sul link.

Ho deciso di partecipare perché i 24 punti pensati per 2018 sono molto creativi e sopratutto diversi da quelli delle solite challenge, ovviamente la colpa è di Simona che mi ha fatto venire voglia di partecipare.

Dai faccio uno sforzo ma ti perdono (❤️)…

ReadHarderChallenge2018-768x994

Quindi un proposito è questo, portare a termine entro la fine del 2018 questa challenge, per cui ho già qualche titolo in mente tra l’altro.

L’anno scorso, pensando al 2017 poi mi ero riproposta di completare anche la Reading Challenge di POPSUGAR.

Per il 2018 hanno già pubblicato la reading challenge (è quella che vi lascio sotto e che potete trovare anche qui) ma diversamente dall’anno scorso proverò a completare qualche punto ma a tempo perso, quindi non conto di finirla del tutto poi se capita ben venga ma non è un proposito “tassativo” diciamo.

 

tmp_RAfcFP_08fcdf300d296fed_PS17_11_1_ReadingList.jpg

Infine, passando agli obbiettivi personali sono diversi da quelli dello scorso anno, tranne per qualche punto.

Mi piacerebbe anche completare questi piccoli (si fa per dire) obbiettivi miei ma sono meno rispetto alla scorsa volta perchè nel 2018 vorrei puntare di più sul terminare la prima challenge e leggere finalmente i titoli che scriverò qui sotto, quindi inserendo meno titoli ho più possibilità di portare a termine questi obbiettivi.

Sì, voglio proprio poter dire “c’è l’ho fatta” alla fine del 2018.

Queste sono le mie “sfide personali” per il 2018!

  • Dostoevskij: L’unico libro di questo autore che ho letto è “Le Notti Bianche” ed è diventato uno dei miei classici preferiti, quindi ho grandi aspettative sulle altre sue grandi opere in generale. Nel 2018 mi piacerebbe leggere uno (o più si spera) almeno fra questi tre titoli “I Demoni”, “L’Idiota” o “Memorie dal Sottosuolo”, non mi sento ancora pronta per ora per “I Fratelli Karamazov”.
  • Auster: punto uguale allo scorso anno. E’ tempo per me di leggere altro di Auster, magari 4321 nel 2018, chissà, comunque conto di leggere assolutamente qualcos’altro di suo.
  • Saggi: i saggi mi piacciono molto e quando posso cerco di leggerli. Indipendentemente dall’argomento la saggistica mi piace, la struttura del saggio come testo fa per me e ho diversi saggi da leggere in libreria e non vedo l’ora di rimediare.
  • Inglese: nel 2017 non ho letto quanto avrei voluto in lingua, pensandoci bene non ho nemmeno comprato libri in lingua. Devo riparare nel 2018.
  • Harry Potter: nel 2017 ho letto il secondo poi ho lasciato scorrere troppo tempo senza scrivere la recensione quindi ora devo rileggerlo perché rischierei di scrivere una recensione poco approfondita e mi piace essere precisa nelle cose. Quindi, come lo scorso anno, nel 2018 vorrei leggere la saga del famoso maghetto.

Mi fermo qui, vorrei aggiungere ma non voglio poi rimanere delusa in caso di insuccesso ma non pensiamoci!

Il 2018 è alle porte e un anno sta per aprirsi davanti ai nostri occhi in cui completare obbiettivi, affrontare nuove sfide e portare a termine ciò che non abbiamo fatto, sono positiva!

Sono davvero entusiasta per questi propositi, sicuramente questa volta mi organizzerò meglio, anzi lo sto già facendo e spero di farcela.

E voi? Quali sono i vostri obbiettivi per il 2018? Parteciperete a qualche Reading Challenge? Fatemi sapere!

Ci leggiamo domani!

Elisa

 

8 pensieri riguardo “Aspirazioni Future: Propositi Libreschi in Vista del 2018

    1. Aahahha allora puoi riprovarci quest’anno! Secondo me è sempre carino provare a partecipare ad una Reading Challenge perché alcuni punti possono farti scoprire libri a cui non avresti mai pensato o non avresti mai letto! ;))

      Piace a 1 persona

  1. Oops, mi dichiaro colpevole!😅
    Neanche al seconda che hai postato è male, ma – cavoli! – è lunghissima! Una sfida così non riuscirei mai a completarla, leggerei solo per quelle task lì…
    Dostoevskij e Auster sono pure nella mia lista, prima o poi… insieme a “Guerra e pace”…
    Quest’anno ho letto un sacco di saggi e ne sono molto contenta! Sono sempre un po’ bistrattati (quando si parla di diffondere la lettura, si pensa quasi esclusivamente ai romanzi), quindi spero di aver incuriosito qualcuno, chissà!

    Piace a 1 persona

    1. Aahahahha 😉 Sì la seconda è parecchio impegnativa, ma conto di completare solo i punti più interessanti (non disprezzo il fatto di completarla del tutto ma vedremo)… Uhhh anche “Guerra e Pace” è vero! E’ arrivato il momento anche per quello effettivamente… Ho letto dalle recensioni che hai letto un bel po’ di saggi, io avrei voluto leggerne di più, sì hai ragione sono sempre troppo bistrattati se ne parla sempre troppo poco mentre invece sono un genere che merita di essere più approfondito e esplorato senza dubbio! MI sono segnata qualcuno dei saggi di cui hai parlato quindi direi, missione compiuta! Io non vedo l’ora di recuperare nel 2018 anche con i saggi perché li apprezzo sempre molto e vorrei leggerne di più!

      Piace a 1 persona

      1. Ti dico solo che “Guerra e pace” è nella pila di cartacei da leggere dall’anno scorso… insieme a un sacco di altri libri che avevo impilato per leggerli durante il 2017… ma io li ho bellamente ignorati per tutto l’anno, leggendo altro… questo giusto per far capire quanto posso essere brava a seguire una qualunque TBR…😂
        Mi fa piacere incuriosire con la saggistica, ne vedo sempre troppa poca in giro per i blog per i miei gusti…💜 Sono convinta che, come c’è un romanzo per ogni persona, c’è anche un bel libro di saggistica che ci aspetta!

        Piace a 1 persona

      2. Guarda io ho fatto prendere questa strada a molti libri che da anni mi attendono sullo scaffale, oltre ai saggi mi piacerebbe leggere anche più classici nel 2018 dato che quest’anno li ho trascurati… Sono assolutamente d’accordo, poi c’è sempre almeno un argomento (o migliaia) da approfondire e la saggistica aiuta a farlo e ad ampliare le proprie vedute, insomma è un genere poco apprezzato e sottovalutato secondo me, analizzare un tema assieme a un buon saggio alla mano non può che gratificare e aiutare un lettore!

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...