PoetryTime

Qualcosa per Una Volta

Gli altri ridono che sempre sul pozzo
Mi inginocchiassi contro luce, mai 
Vedendo più a fondo di dove l’acqua
Mi rimandava in un limpido quadro me 
Me stesso nel cielo estivo, divino,
Sporto in un serto di felci e di cirri.
Una volta, puntando il mento sul bordo,
Distinsi – mi parve – al di là dell’immagine,
Sotto l’immagine, un biancore, incerto,
Una più fonda profondità – e lo persi.
L’acqua rinnegò la sua trasparenza.
Gocciò la felce ed ecco un’onda 
Scosse la cosa posata sul fondo,
La confuse, la cancellò. Quel bianco che cos’era?
La verità? Un quarzo? Qualcosa, per una volta.

Robert Frost